CREDITO D’IMPOSTA FORMAZIONE 4.0: PROROGA E RAFFORZAMENTO!

Il credito di Imposta sulla FORMAZIONE DEL PERSONALE , è un’ imperdibile occasione per innovare la tua azienda contando sugli incentivi alle imprese stabiliti dalla legge di bilancio 2020 che ha prorogato e di fatto, reso più semplice fruire del bonus per la semplificazione e l’ottimizzazione dei processi produttivi.

La proroga si riferisce a tutto il 2021 fino al 2022 e sono state introdotte alcune novità, tra cui l’ampliamento delle spese ammissibili e delle voci agevolabili (già a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2020), come le spese del personale non dipendente, i servizi di consulenza connessi alla formazione, i costi di esercizio e alle spese generali indirette strettamente inerenti.


COME UTILIZZARE IL CREDITO DI IMPOSTA NEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DIGITALE DELLA TUA AZIENDA

A titolo di esempio, nello sviluppo di software CRM, siti internet, siti e-commerce B2B / B2C, software di Credit Management, nuovi moduli gestionali, l’attivazione di server cloud, servizi Office 365, chat e video conferenze.

COSA RIENTRA NEL CREDITO D’IMPOSTA FORMAZIONE?

  • I costi relativi a formatori esterni ed interni e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione;
  • I costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione.
  • Le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Eliminato inoltre il vincolo relativo alla presenza di un rapporto di lavoro subordinato: ciò consente la partecipazione ai percorsi formativi anche degli imprenditori e non solo dei dipendenti.

CHI SONO I SOGGETTI BENEFICIARI?

Tutte le imprese, indipendentemente dall’attività esercitata.

QUAL È L’AGEVOLAZIONE?

Per le piccole imprese: credito d’imposta del 50% fino ad un massimo di 300.000 euro.
Per le medie imprese: credito d’imposta del 40% fino ad un massimo di 250.000 euro.
Per le grandi imprese: credito d’imposta del 30% fino ad un massimo di 250.000 euro.

A CHI RIVOLGERSI PER OTTENERE L’AGEVOLAZIONE?

Già nel 2020 molti nostri clienti hanno usufruito dei vantaggi del credito di Imposta per innovare i processi digitali dell’azienda creando i migliori presupposti alla ripartenza post covid.

Per saperne di più rivolgiti al tuo fiscalista o al consulente che segue la tua azienda per “bandi e agevolazione alle imprese”.
In alternativa, chiamaci e ti metteremo in contatto con il professionista che segue la nostra azienda ed alcuni dei nostri clienti con ottimi risultati.

QUAL È IL VANTAGGIO DELLA SEMPLIFICAZIONE?

Il credito d’imposta può essere utilizzato  in compensazione, mediante F24 da presentare attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono sostenute le spese ammissibili (previo adempimento da parte dell’impresa degli obblighi di certificazione previsti).

👉Per maggiori informazioni sul Piano Nazionale Transizione 4.0 e il Bonus per Investimenti in Beni Strumentali clicca questo link




Articoli che potrebbero interessarti:

Articoli dell'autore Katiuscia Lallai